Il progetto: sito, pubblicazione e percorso istituzionale

Il sito dedicato alle Vie Francigene nel Sud è nato nell’ambito di un più ampio progetto promosso da Associazione Civita insieme al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Finmeccanica e Banco di Napoli, nell’intento di restituire centralità ai Cammini.
L’obiettivo dell’iniziativa (2008/2009) era di restituire una “fotografia” degli itinerari di storia e di pellegrinaggio nel Sud Italia per raggiungere i Santuari (in primis Monte Sant’Angelo) e i porti della Puglia per imbarcarsi verso la Terra Santa.

Itinerari trasversali, tra basolati romani delle antiche vie consolari (Via Appia, via Traiana, Via Prenestina, Via Latina e Via Casilina) e tratturi, templi pagani, imponenti cattedrali e santuari cristiani (Via Micaelica), dolci panorami collinari e aspri passaggi montani.

Oltre il sito web, nell’ambito del progetto è stata realizzata anche una pubblicazione ("Roma-Gerusalemme. Lungo le Vie Francigene del Sud"), che è possibile scaricare in PDF ai seguenti indirizzi:

prima parte del volume
seconda parte del volume

Un percorso più istituzionale si è invece avviato nel 2011, con l'adesione di Regione Puglia all'Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF), reseau porteur della via Francigena per mandato del Consiglio d'Europa.
Con Delibera di Giunta n. 1333 del 15 giugno 2011, Regione Puglia avviava un percorso che ha condotto alla individuazione di un percorso ufficiale e alla condivisione con le altre Regioni (Lazio, Campania, Molise e Basilicata), da cui è sorto (8 maggio 2014) il Coordinamento delle Regioni Francigene nel Sud.